1 Agosto 2011 - Consiglio Comunale.
La seduta del Consiglio Comunale del 1 Agosto 2011 si è svolta normalmente, senza particolari sussulti. I primi 5 punti dell’ordine del giorno erano relativi ad argomenti di ordinaria amministrazione, in pratica atti dovuti. Il ns. Gruppo Consiliare ha votato a favore per tutti, ad esclusione del punto 4 (convenzione per trasporto pubblico) da noi giudicato troppo oneroso per il Comune di Vobbia.

Al punto 6 (scuolabus) abbiamo deciso di votare a favore, nonostante il ns. parere contrario all’impostazione generale del servizio, insoddisfacente e decisamente oneroso. Tuttavia, poiché i nostri sforzi per trovare una alternativa possibile non hanno ancora portato ad un esito positivo, in attesa di sviluppi per il prossimo anno scolastico 2012/2013, abbiamo deciso di approvare l’attuale situazione di stallo, nonostante tutte le nostre riserve e perplessità.

In merito al punto n. 7 (Decreto Brunetta), su richiesta del ns. Consigliere Paolo Puppo, abbiamo votato contro perché viene ritenuto inattuabile nella Amministrazione Comunale di Vobbia

Al punto 8, il lungo lavoro del nostro Capogruppo ha dato i suoi frutti. Infatti, all’unanimità è stato approvato il gemellaggio con la cittadina britannica di Bolton. E’ un evento importante che potrà portare significativi benefici in termini di contatti, turismo e business per la ns. comunità.

Al punto 9, ordine del giorno presentato dal ns. Gruppo Consiliare, era prevista la rinuncia da parte dei Consiglieri Comunali al gettone di presenza per tutto il 2011, a favore dell’Asilo Nido. Infatti, un’insegnate ha segnalato le gravi difficoltà economiche, dovute a mancato finanziamento regionale. Pertanto, abbiamo proposto al Consiglio di devolvere il gettone di presenza all’Asilo. La ns. proposta è stata approvata e speriamo che sia un piccolo contributo a cui ci auguriamo ne seguano altri.

Al punto 10 (nostra interrogazione relativa al nuovo Ponte), infine, il Sindaco ha illustrato la situazione ed i futuri sviluppi, per cui la Giunta auspica che il Ponte sia transitabile, almeno per i pedoni, in tempi brevi. Sarebbe grave il contrario.