27 Settembre: Delegazione di Vobbia in Provincia per la neve sulle strade

Il 27 Settembre scorso, una delegazione composta dal Sindaco Andrea Apicella, l’Assessore Daniela Queirolo e dal Capogruppo di minoranza Enrico Mendace, è stata ricevuta dal Commissario Straordinario della Provincia Dott. Piero Fossati, in relazione alle recenti comunicazioni della Provincia tramite stampa e lettera inviata ai Comuni. Infatti, la Provincia di Genova ha segnalato l’impossibilità allo stato attuale di fornire l’abituale servizio di spargimento sale e spazza neve nel prossimo inverno 2012-2013 per le strade comunali convenzionate per la manutenzione con la Provincia.

Il Commissario Fossati ha confermato la scarsità di fondi, a causa dei tagli del Governo e mancati trasferimenti regionali. Allo stato attuale, quindi, si è deciso di tagliare questo servizio, particolarmente importante per i Comuni dell’entroterra.

La delegazione ha sottolineato la peculiarità del Comune di Vobbia che nonostante l’esiguo numero di abitanti, ha una superficie molto estesa ed una distribuzione stradale particolarmente lunga. Il Sindaco ha sottolineato che Vobbia non è in grado di realizzare la manutenzione invernale in autonomia e che quindi non saprebbe come risolvere il problema. In caso di conferma del mancato servizio, il Sindaco e la maggioranza intendono dimettersi e rimettere il loro mandato nelle mani del Prefetto di Genova.

A questo appello, hanno fatto coro le parole dell’Assessore Queirolo e del Capogruppo di minoranza Mendace che hanno entrambi sottolineato l’impossibilità tecnica ed economica del Comune di Vobbia a supplire al mancato servizio strade da parte della Provincia per l’imminente stagione invernale.

Il Commissario straordinario Dott. Fossati ha invitato Vobbia ed altri Comuni in analoga difficoltà a contattare la Regione nella persona del Presidente Burlando, affinché vengano erogati i fondi che la Regione deve alla Provincia di Genova. Nel frattempo, il Commissario Fossati si augura che il Governo riveda al ribasso i tagli preannunciati, al fine di recuperare le somme necessarie per riconfermare il servizio strade.

Ci chiediamo perché debbano essere i Comuni ad appellarsi alla Regione affinché questa trasferisca i fondi alla Provincia. Ci chiediamo altresì se non ci fossero altri servizi meno urgenti da sospendere provvisoriamente in attesa di ricevere quanto necessario. Sembra invece una diatriba politica che vede coinvolti il Governo, la Regione e la Provincia di cui debbano ancora una volta pagarne le conseguenze i Comuni più piccoli e deboli, quindi con limitato bacino di voti.

Il Commissario Fossati ha in programma una risposta da parte del Governo il prossimo 15 Ottobre. Conseguentemente comunicherà ai Comuni coinvolti le sue decisioni.